Luglio 1, 2019

Maurizio Sarri siederà sulla panchina della Juventus: c’è l’annuncio ufficiale

L’ufficialità è arrivata dopo un tormentone che stava durando praticamente da un mese, ovvero da quando Massimiliano Allegri non è più l’allenatore della Juventus. E finisce anche l’annoso dibattito tra chi pensava che potesse arrivare Guardiola e chi, al contrario, era fermamente convinto che alla fine sulla panchina della Juventus sarebbe sbarcato Maurizio Sarri.

Ebbene, avevano ragione questi ultimi. La Vecchia Signora, con una nota ufficiale sul suo sito web, ha comunicato come il prossimo allenatore che guiderà i bianconeri sarà proprio il tecnico ex Napoli, che nell’ultima stagione ha trionfato in Europa League, riuscendo a portare di nuovo il Chelsea a vincere un trofeo a livello internazionale.

Maurizio Sarri è il nuovo allenatore della Juventus

In tanti hanno cominciato a scommettere sul nome di Sarri, altri su quello di Guardiola. Perfino sui casinò online sono partite le scommesse, visto che tanti utenti credevano che l’ex allenatore del Barcellona potesse sul serio sbarcare sulla panchina bianconera. Nelle piattaforme d’azzardo, d’altra parte si può scommettere davvero su ogni evento, ma anche su tanti altri giochi, come la roulette oppure il blackjack. Ad esempio, in questa pagina si gioca gratis con le macchinette slot machine dei bar.

Secondo le ricostruzioni di diversi giornalisti assidui sostenitori della tesi-Guardiola, Maurizio Sarri avrebbe dovuto fungere solamente da specchietto per le allodole, per depistare tutta la carta stampata e non dal reale obiettivo che Agnelli aveva in mente per la sua squadra, ovvero Pep Guardiola.

Eppure, evidentemente qualcosa è andato storto, dal momento che il comunicato della Juventus spazza via ogni dubbio. L’allenatore che voleva la Vecchia Signora è proprio quel Sarri che solamente qualche anno fa aveva creato una vera e propria diatriba con i bianconeri, quando sedeva sulla panchina del Napoli, appellandosi spesso all’importanza dei fatturati per descrivere e argomentare il gap esistente tra le due squadre. Un allenatore definito da molti “anti-sistema” e che, stando alle reazioni dei suoi fan, sembrerebbe quasi aver tradito la filosofia che ha accompagnato le sue squadre negli ultimi anni.

I motivi che hanno spinto Sarri a lasciare il Chelsea

Ad ogni modo, Sarri firma un contratto con la Juventus di ben tre anni, visto che il suo ingaggio scadrà nel 2022. Un grande colpo, nonostante qualcuno era convito che, alla fine, a spuntarla potesse essere Guardiola. Nell’ultima stagione, Sarri ha fatto molto bene alla guida dei Blues, riuscendo ad ottenere, oltre all’Europa League, un buon terzo posto in Premier League dietro le due superpotenze Liverpool e Manchester City, autrici di una stagione pazzesca.

Anche la proprietaria del Chelsea, Marina Granovskaia, ha voluto mettere in evidenza quali siano state le ragioni che hanno portato al divorzio tra Sarri e il club inglese. La plenipotenziaria ha spiegato come ci sia stato un incontro tra le parti in seguito alla finale di Europa League e di come Sarri non abbia nascosto la sua volontà di fare ritorno in patria. In modo particolare, l’ex tecnico del Napoli ha ribadito la volontà di riavvicinarsi geograficamente ai genitori, ormai anziani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *