Category

F1, Ungheria: Vettel squalificato e a podio Sainz. Un ricorso presentato

Vettel si ritrova senza il secondo posto per un’infrazione dovuta al carburante rimasto a fine gara di F1. Terzo posto sul podio per Sainz mentre al secondo Hamilton che ora su Verstappen ha 8 punti di vantaggio.

F1, gare e podio tutto questo è oggetto da parte dei tifosi di scommesse online. Per questo il sito https://www.bet-italia.eu/ vi permette online di scommettere sulle prossime gare in programma e su tanti altri sport.

Ungheria GP senza fine

E’ stato un GP senza fine. La gara disputata in Ungheria è stata la più avvincente dell’anno e non è terminata dopo lo sventolio della bandiera a scacchi. Secondo Sebastian Vettel proprio dietro a Ocon ma i commissari di gara lo squalificano.

Il pilota ha violato l’articolo 6.6.2 del regolamento sportivo perché nel serbatoio a fine gara sono stati trovati 0.3 litri di benzina. Doveva esserci un litro di benzina come richiesto.

Sono state effettuate ulteriori verifiche e subito dopo Aston Martin è andato dai commissari di gara per chiarire la posizione della scuderia britannica. La squalifica ufficiale è arrivata il 1 agosto alle 22.07.

Podio per Sainz e allungo per Lewis

Il tedesco con questa sanzione ha visto all’Hungaroring sfumare il secondo posto. Ecco che il Ferrarista Carlos Sainz posizionandosi al terzo posto sul podio. Un altro piloto in vena di fare festa è stato Hamilton che passa secondo ottenendo anche altri due punti su Verstappen.

Quest’ultimo ora da decimo è salito a nono. Per la classifica del Mondiale piloti abbiamo in testa a 195 punti Hamilton seguito da Verstappen con 187. Otto sono i punti che li distanzia.

Aston Martin, la reazione

L’annuncio del team è di presentare appello a questa decisione perché dicono di poter dimostrare le loro ragioni. Otmar Szafnauer dichiara: “ci sono 96 ore per presentare ricorso e noi lo faremo. Nel serbatoio dovevano essere presenti 1,74 litri di benzina e tolti i 300 millilitri del campione si portano a 1,44.

Attraverso il flussometro la Federazione ha accesso ai dati e può sapere quanti litri di carburante sono stati utilizzati. La regola del residuo di carburante è vecchia e risale alle precedenti stagioni e alle misurazioni che il carburante ha subito nel corso degli anni.

Chiarezza verrà fatta, la benzina potrebbe essere rimasta all’interno delle pompe. Ora abbiamo il dovere di dimostrare alla FIA dove si trova la benzina che è residuata in macchina e che non sono riusciti ad estrarre i commissari”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *