Gli italiani si allontanano sempre di più dalla politica: perché?

Indice dell’allontanamento dell’italiano dalla politica, sono i dati relativi alle elezioni di questi ultimi anni, ma da che cosa è causato questo disamore per l mondo politico? Principalmente l’elettore si sente tradito dalle continue promesse mai mantenute, dai continui litigi tra politici, mirati solo a tenersi stretti il potere, dalla continua crescita di richieste verso il cittadino che stringe i denti senza vedere miglioramenti. Altro punto a sfavore del mondo politico è la costante incertezza, il continuo sorgere di nuovi partiti che, ormai l’hanno compreso tutti, il loro fine è solo quello di salvaguardare i loro interessi e non certo quelli del cittadino.

Questa sfiducia, però, deve essere recuperata perché senza il sostegno del cittadino, la politica diventa pericolosa, quindi come fare a riavvicinare utente e politica? Migliorando il rapporto, coinvolgendo il cittadino nella politica, che deve imparare ad ascoltare condividere con la società intera. Tutti i cittadini devono essere considerati uguali, con diritti e doveri e non e, in particolare, non deve assistere ai continui “mal di pancia” dei vari partiti politici. Si deve spronare il cittadino (con fatti reali e non solo a parole) a comprendere che è lui la vera linfa vitale del sistema e il lassismo non porta assolutamente a niente di buono. Si deve anche ricordare che il voto è un diritto, non un dovere. Tante persone sostengono che non vanno a votare perché non cambia niente: forse è vero ma è come dire “non respiro perché tanto devo morire!”.

Per ridare fiducia al cittadino servirebbe anche un riordinamento dei partiti, limitando sensibilmente la loro presenza: sono sempre di più le persone che, quando vanno a votare lasciano la scheda bianca o votano a casaccio perché riuscire a districarsi nella giungla di simboli e sigle diventa sempre più impossibile e insignificante: tutte briciole che vanno perse senza dare un reale contributo al sistema politico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *